Dalla mia esperienza alcuni consigli di sport e fitness su Radio Radio

Alcuni consigli e considerazioni dalla mia intervista su Radio Radio #interviste e #storie on air dove oltre a raccontare come è nata e cresciuta nel tempo la mia vita professionale, dei miei diversi ruoli: mi occupo, infatti, dello staff tecnico di un centro sportivo del Gruppo Heaven, sono un preparatore tecnico, atletico e faccio lezioni di gruppo come personal trainer, Functional Traininig, invito soprattutto a dare sempre maggior importanza sia allo sport che al fitness.

Fabio DamianiPersonal Trainer – preparatore atletico e istruttore attività di gruppoFacebook: Fabio Damiani Personal Trainer-Club manager-Fitness InstructorInstagram: Damiani_Fabioe-mail: fabio.damiani@heavensportingclub.it

Publiée par byNight Roma "live social radio show" sur jeudi 18 mai 2017

Sono stato negli USA per due volte e lì ho visto sport e fitness sono considerati tra gli aspetti fondamentali per una sana quotidianità. L’importanza che ha per la gran parte, ed il maggior tempo che si dedica all’attenzione al corpo, al suo benessere ed alla salute, in maniera diversa da quello che accade in Italia.

Naturalmente anche l’alimentazione ha la sua importanza, e su questo mi affiderei sempre a professionisti del settore, nutrizionista e dietologo. Ai quali si sfianca il personal training per proporre esercizi mirati e un percorso adatto alle diverse esigenze.

Sport e fitness (funzionaletonificazione nello specifico) sono le specialità di cui mi occupo da anni e, come spiego nella bella intervista con Emidio, con le dovute differenze e specifiche l’attività sportiva e la pratica del fitness aiutano il nostro corpo ad avere un benessere maggiore.

 


">

Sport e attività fisica per contrastare l’obesità

La relazione tra attività fisica e benessere riguarda sempre più spesso anche la prevenzione per quanto riguarda la salute.

Un’attenzione particolare viene rivolta verso alcune patologie come nel caso dell’obesità, che deve essere contrastata aiutandosi con l’attività sportiva e un regime alimentare mirato e individuale. Anche se possono esistere diversi fattori legati all’aumento del peso, quelli più frequenti sono legati ad uno stile di vita sedentario con eccessiva alimentazione. Si tratta di un problema globale, che negli ultimi tempi è sotto analisi dell’Organizzazione mondiale della Sanità in particolare modo riguardo all’obesità infantile e adolescenziale, che poi si ripercuote nello sviluppo dell’adulto. A questo proposito la Commission on Ending Childhood Obesity (Echo) ha pubblicato “The Ending Childhood Obesity. Implementation plan: executive summary”: una guida con le raccomandazioni sulle sei aree di intervento principali (promozione dell’assunzione di cibi sani, promozione dell’attività fisica, prevenzione dell’obesità iniziando dalla fase preconcezionale e dalla gravidanza, attenzione alla dieta e all’attività fisica già nei primi anni di vita, promozione di ambienti salutari, sana alimentazione e attività fisica per i bambini in età scolare, presenza di servizi per la gestione e la cura di bambini obesi) identificate dalla Commissione.

Infatti il numero di bambini e adolescenti obesi (tra i 5 e 19 anni) negli ultimi 40 anni (dal 1975 al 2016), nel mondo è aumentato di 10 volte e, nello specifico, in Italia è aumentata di quasi 3 volte: 1 bambino su 3 nel nostro Paese è obeso. Questi dati emergono da uno studio condotto dall’Imperial College di Londra e dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) i cui risultati sono stati pubblicati su “The Lancet” a ottobre 2017. Lo studio ha infatti analizzato peso e altezza di circa 130 milioni di individui (più di 31 milioni e mezzo con età compresa tra i 5 e i 19 anni, e 97 milioni con più di 20 anni) con l’obiettivo di osservare come i livelli dell’indice di massa corporea (Imc) e dell’obesità siano cambiati in questo lasso di tempo. E quasi il 6% nelle ragazze (50 milioni) e quasi l’8% nei ragazzi (74 milioni) nel 2016. Tuttavia non bisogna dimenticare l’elevato numero di bambini e adolescenti moderatamente o gravemente sottopeso che rappresenta ancora una grande sfida per la sanità pubblica, soprattutto nelle zone più povere del mondo.

Ed è stato appena pubblicato dall’Oms Europa sulla rivista di sanità pubblica “Public Health Panorama” un approfondimento dedicato alla lotta contro l’obesità e le cattive abitudini alimentari: “Turning the tide on obesity and unhealthy diets” (Cambiare l’andamento dell’obesità e delle diete non salutari) dove si trovano le sfide che i governi devono affrontare per attuare politiche volte a migliorare la salute pubblica.

Tuttavia, per dimagrire correttamente è importante sia conoscere i principi della corretta alimentazione sia praticare attività fisica nella maniera giusta, seguendo alcune importantissime regole, come quelle alla base di uno degli studi seguiti da ELAV sulla base di una ricerca di sette anni all’interno della quale sono state studiate le associazioni longitudinali tra attività fisica (PA), competenze motorie (MC), fitness cardiorespiratorio (VO2peak) e grasso corporeo, oltre ai possibili effetti di mediazione di PA, MC e VO2peak sui rapporti con il grasso corporeo (per approfondire qui).

Anche se in generale l’attività fisica più idonea a bruciare grassi è quella aerobica (camminare, andare in bicicletta, ecc.) praticata a un’intensità moderata è bene combinare una serie di esercizi e attività costanti che possono aiutare nel dimagrimento e ad a un rinforzo muscolare. Per migliorare la velocità e la qualità del dimagrimento è bene integrare il lavoro aerobico con un’attività anaerobica di potenziamento muscolare.
Con un incremento delle masse muscolari c’è un importante aumento del metabolismo basale, ossia aumenta il consumo delle calorie consumate a riposo.
Oltre a favorire una maggiore stabilità delle articolazioni, in particolare per gli arti inferiori che sono i più stressati dal carico del peso corporeo.

L’attività anaerobica dev’essere eseguita con gradualità e sotto il controllo di un esperto per evitare danni muscolo-scheletrici e sforzi inadeguati al proprio fisico.
Ma a premiare sarà sempre la costanza e la volontà!

Per prepararsi all’attività fisica da seguire anche all’aperto vi rimando alla mia intervista del 2017 sulla “prova costume” qui.


">

L’ALLENAMENTO FUNZIONALE E IL BENESSERE PER IL MOVIMENTO DI TUTTO IL CORPO

L’intero corpo e il suo movimento armonico sono alla base dell’allenamento funzionale, una delle pratiche più innovative della scienza dell’allenamento applicata al fitness perché mira a migliorare la vita di tutti i giorni.

Infatti, i diversi esercizi proposti all’interno delle tipologie di allenamento replicano i gesti motori che facciamo quotidianamente, fuori dalla palestra, perché coinvolgono più articolazioni, il movimento cinetico del corpo nella sua totalità. E per questo motivo:
– stimolano il controllo del corpo e la propriocettività,
– migliorano flessibilità articolare, postura e controllo muscolare,
– rendono il corpo più veloce ed equilibrato
– aumentano l’attività del core (cintura addominale e muscolare dell’anca).

Il metodo di allenamento consiste nello svolgere esercizi a corpo con attrezzi di base come fitball, palle mediche, TRX, kettlebell, sacche bulgare, clave, corde per il jump rope, sbarra per trazioni… e con il gruppo ELAV, ritenuto la realtà italiana che ha ideato e sviluppato il nuovo modello di allenamento funzionale, ho sviluppato anche io il metodo che elevata capacità condizionante delle esercitazioni, sviluppo di adeguate capacità coordinative, rispetto dell’integrità funzionale e prevenzione degli infortuni.

L’allenamento funzionale può essere definito di tipo qualitativo. E proprio per i molteplici aspetti sui quali va ad intervenire, la scelta degli esercizi e dei mezzi può improntare il circuito al miglioramento del controllo motorio, della forza o della potenza.

Così la particolarità dell’allenamento funzionale consiste nel coinvolgimento di tutto il corpo in maniera equilibrata, e non solo di alcune parti o muscoli localizzati (come ad esempio avviene con gli esercizi specifici per il potenziamento muscolare), per raggiungere un benessere salutistico globale e non solo estetico.

Raggiungere la maggior funzionalità del nostro corpo è lo scopo finale di questa tipologia di allenamento che mira a rendere “funzionali” nelle nostre attività.  Dunque “funzionale” in questo ambito specifico e nel mondo del fitness significa: essere forti, coordinati, flessibili e agili.


">

QUANDO SI INIZIA A PENSARE ALL’ALLENAMENTO PER LA PROVA COSTUME… QUALCHE CONSIGLIO

Pronti per la prova costume? Questa la domanda alla quale si ispira Ughetta Di Carlo, per ilMessaggero.it, nella nostra intervista su come affrontare al meglio l’estate!
Qui potete leggere alcuni consigli che ho dato durante l’intervista che potete vedere integralmente anche qui

“Ora affidatevi ai consigli del personal trainer. Niente digiuni e pronti ad affrontare un allenamento costante per dimagrire e tonificare, anche in sole 2 settimane. Sa di miracolo, quindi non aspettatevi di diventare Gisele Bundchen (o come Laura la nostra modella), ma qualche miglioramento sarà possibile”.

Focalizzatevi su un training a base di “hiit” (High intensity interval training) e circuito cardio muscolare: un allenamento a ritmo intervallato con recupero completo, ottimo per mantenere il corpo in condizione di bruciare anche dopo la fine della seduta, per massimizzare gli effetti e renderli duraturi. Bastano due manubri (da 2 o 3 kg saranno sufficienti), un elastico e una piastra (2,5/5 kg) per lavorare su sei esercizi da ripetere 10 volte. Alla fine di ogni serie bisognerà abbinare due minuti di corsa, al 90 per cento della frequenza cardiaca massima, e a seguire due minuti di recupero completo. Gli esercizi di tonificazione, mettendo tutto il corpo in azione, grazie ad una combinazione di squat (arti inferiori) e lavoro degli arti superiori (intervallando bicipiti, tricipiti, pettorali) permette di non accumulare acido lattico che inizialmente rende più gonfi. Dunque è già un vantaggio.

Prima e dopo l’allenamento ricordatevi di fare gli esercizi di stretching che vi eviteranno, grazie all’allungamento muscolare, di procurarvi fastidiosi dolori o ancor peggio infortuni. “Scordatevi dei metodi fai da te e drastiche restrizioni caloriche – è il monito di Fabio Damiani personal trainer e fitness manager dell’Heaven Group di Villa Borghese. Dimagrire è un obiettivo difficile, ma enormemente gratificante. L’esercizio fisico di nuova generazione può rappresentare il punto d’incontro e di successo tra il dimagrimento ossia la diminuzione della body fat (massa grassa) e una sana alimentazione, sicuramente povera di zuccheri”.

La figura del personal trainer è la chiave per raggiungere peso forma e tonicità, perché con lui è possibile costruire allenamenti più mirati considerando diversi parametri personali e ponendosi degli obiettivi stimolanti da raggiungere. Bisogna conoscere la propria composizione corporea e i propri parametrici metabolici per calibrare su ciascuno l’allenamento ad hoc.

“Fondamentale – ci spiega Fabio – è conoscere la frequenza cardiaca che, durante l’esercizio, deve mantenersi nei range desiderati per fare intervenire i vari sistemi energetici”.

Cominciate e mantenetevi in forma durante tutta l’estate. A settembre scegliete l’attività che più vi piace e ritagliatevi almeno due ore a settimana per non perdere il ritmo e i benefici del fitness che deve essere un’attività costante nella vostra vita. Se non sarete pronti per i prossimi due mesi, andrà meglio la prossima stagione estiva, l’importante è iniziare!


">

ESTATE E SPORT: L’APPUNTAMENTO CON AEROBICA E FITNESS AL MARE

Sole, mare e… sport! L’estate è iniziata e con lei anche le proposte di unire piacere e benessere sulla spiaggia all’insegna dell’esercizio fisico con Heaven Group, con la quale abbiamo proposto una giornata di Masterclass.

Guarda il video della giornata!

 

Così chi è abituato a fare fitness nelle nostre palestre ha potuto seguirci e approfittare delle diverse lezioni proposte dai diversi istruttori e con me un’intensa giornata di fitness all’insegna di aerobica e esercizi funzionali.


">

DOMENICA IN FITNESS AD ETERNA#2770 LEZIONI DI TONIFICAZIONE

Una domenica all’insegna del fitness per uno degli appuntamenti più attesi di ETERNA#2770 (segnalato anche da DOVE – Corriere della Sera eventi) quello di domenica 23 Aprile sulle sponde del laghetto dell’Eur.

Insieme alle palestre Heaven Sporting Club, partner del festival, propongo una serie di attività per avvicinare le famiglie al mondo del fitness con lezioni di tonificazione, zumba, pilates, dance, ginnastica posturale. Un modo per coinvolge il pubblico in esercizi e attività per il benessere e la cura del corpo all’interno di una manifestazione eclettica e ricca di appuntamenti.

Eterna#2770 è il festival dedicato a Roma e ai romani per festeggiare la città eterna e le sue 2770 candeline. È una tre giorni di eventi gratuiti: musica, arte, street art, cinema, spettacolo, performance, parkour, food & fitness, riuniti da ASD Palio di Roma che ha organizzato questo festival sulle rive del laghetto dell’EUR per l’annuale Natale di Roma, con il patrocinio di Roma Capitale.

Nello specifico propongo una lezione di tonificazione e un percorso definito “preistorico” che vuole richiamare la memoria dei movimenti iniziali dell’infanzia.

“Abbiamo deciso (come palestre Heaven) di proporre un servizio anche per i più piccoli – a 360°, per soddisfare tutti i tipi di richieste: dall’adulto al bambino. Dalla mamma in dolce attesa al bambino che ama scatenarsi, coinvolgendo anche chi invece non si muove in maniera fluida. Tutto preso come un gioco per divertirsi! E avere conoscenza della parola “movimento”. Ho chiamato il percorso preistorico perché al suo interno il bambino dovrà superare 12 ostacoli in cui eseguire “movimenti e movenze primitive” corrispondenti a quelle che l’essere umano adulto perde nel corso della vita a causa dell’adattamento alla società moderna con le sue comodità. Un tema che suggerisce un vero e proprio percorso per portarci indietro nel tempo e per fare tutti quei movimenti che, prima, anche gli adulti facevano nell’antichità. Consiste nell’esecuzione di Prime Movement, come rotolamenti, cambi di direzione, superamento di difficoltà tutto questo diviso in 12 ostacoli, ogni 4 ostacoli saranno gestiti da 1 istruttore che porterà il bambino a superare con efficienza la difficoltà.
Si parte dal primo ostacolo accompagnato dal genitore, che potrà essere riabbracciato alla fine del circuito”.

L’attività di Fitness è per i più grandi un momento di aggregazione in cui l’obiettivo è di eseguire delle sequenze che possano impegnarli dal punto di vista metabolico, accompagnate da esercizi specifici per tutto il corpo che possono definirsi “esercizi funzionale e di forza”. Un esercizio che è accompagnato dall’attività di tonificazione.

“In realtà, la parola ‘tonificazione’ vuol dire tutto e niente ovvero perde completamente di significato se non viene menzionato l’esercizio fisico che viene caratterizzato dal parametro dell’intensità”.

La lezione di tonificazione che propongo richiede dei livelli d’intensità sia dal punto di vista metabolico sia neuro muscolare che richiederanno un lavoro meccanico importante e di conseguenza un dispendio calorico.

“Il corpo umano si dovrà adattare come meglio può alle difficoltà che la lezione può creare, e a sua volta creare un adattamento che porterà benefici in termini prestativi ed estetici nel momento successivo del recupero. Naturalmente tutto questo viene fatto a tempo di musica, dove la componente coordinativa sarà predominante. È rivolta a un pubblico misto, le fasce di età non sono un parametro da tenere in considerazione perché ogni persona regolerà autonomamente il suo volume di lavoro in base alla sua bio disponibilità. Ma i soggetti devono poter essere definiti sani, per poter rispondere alle richieste della proposta fitness. Tutto questo, adattamento compreso, serve per migliorare l’efficienza: chi farà esercizio migliorerà così i propri parametri di massimo consumo di ossigeno, la resistenza alla fatica e una maggiore qualità muscolare e funzionale”.