I migliori esercizi per tonificare e rassodare le braccia

11 Ago 2022 - Fitness

I migliori esercizi per tonificare e rassodare le braccia

Insieme ai glutei e agli addominali, la parte del corpo che tutti vogliamo tonificare sono le braccia. Gli uomini per una questione di forza, le donne anche per l’estetica. Rassodare le braccia è un mantra, e spesso rassodare braccia velocemente diventa una vera esigenza psicologica, oltre che fisica. Infatti, con l’avanzare dell’età, la poca attività fisica, le variazioni di peso, in aumento o in diminuzione, mostrano effetti spesso negativi sui nostri arti superiori. Anche gli accumuli di grasso a causa della genetica o legata a disfunzioni ormoni, possono risultare evidenti sulle braccia. Cambiare la sola alimentazione può non bastare, abbiamo dunque bisogno di fare allenamento con specifici esercizi per rassodare le braccia che interessino sia i bicipiti sia lo sviluppo dei muscoli tricipiti; è possibile eseguire degli esercizi corpo libero.


INDICE DI NAVIGAZIONE

1. Come rassodare le braccia dopo i 50 anni?
2. Come dimagrire e tonificare le braccia?
3. Come sviluppare i muscoli delle braccia a casa


Come rassodare le braccia dopo i 50 anni?

La questione dell’età, ovviamente, influisce molto sull’aspetto estetico delle braccia, spesso cadenti, soprattutto dopo i 50-60 anni. La cosa peggiora andando avanti, quindi è utile sapere che in merito a come rassodare il corpo a 60 anni, basta semplicemente iniziare in anticipo con gli esercizi braccia flaccide per tonificare le braccia. In questo modo è possibile arrivare a 60 anni con un aumento massa muscolare già consolidato. I primi rimedi su come rassodare le braccia cadenti sono l’alimentazione e la giusta idratazione. Affianco a questi, dobbiamo poi unire la ginnastica per le braccia da svolgere con una certa regolarità, mattina o sera è indifferente, l’importante è la costanza: almeno quattro volte a settimana, per circa mezz’ora, senza dimenticare di fare riscaldamento e stretching.

Come dimagrire e tonificare le braccia?

Per capire come rassodare le braccia basta seguire alcuni piccoli consigli e accorgimenti su come potenziare le braccia in poco tempo. Se avete l’abbonamento in palestra basta chiedere a un personal trainer di stabilire una scheda con gli esercizi mirati da fare, in particolar modo con i pesi, per rassodare le braccia. Se invece vi state chiedendo come sviluppare i muscoli delle braccia senza attrezzi, basta sostituire i pesi con qualcosa che li possa simulare, bottiglie d’acqua ad esempio. Per chi non possedesse pesi o pur avendo oggetti per sostituirli non volesse usarli, ci sono soluzioni molto valide come: flessioni, dip e military press.

Come sviluppare i muscoli delle braccia a casa

La costanza e la forza di volontà sono alla base degli allenamenti per rassodare le braccia. Soprattutto per raggiungere il risultato voluto dal punto di vista estetico. Ma quante volte bisogna allenare le braccia?

E, ancora, come fare i muscoli alle braccia di una donna? Visto che il punto debole delle donne sono spesso le braccia cadenti, la cadenza consigliata è di almeno quattro giorni a settimana, già dopo un mese di esercizi si vedranno i primi risultati: il tono sarà migliorato e gli accumuli di grasso diminuiti. Se disponete di pesi leggeri, da 1 a 4 chilogrammi, potete usarli, altrimenti vanno bene kettlebell o bottigliette piene d’acqua da mezzo litro a 1 litro e mezzo, oppure anche due grandi scatole di legumi. Eseguite questi esercizi per rassodare le braccia, bicipiti e tricipiti:

  • French press verticale. In piedi, gambe divaricate alla larghezza delle anche e ginocchia flesse, peso in una mano, braccio in alto e piegarlo verso la spalla opposta. Alternare le braccia.
  • Curl. In piedi, gambe divaricate alla larghezza delle anche e ginocchia flesse, tenere i pesi nelle mani, braccia distese, e piegarle verso il petto.
  • Alzate laterali. Braccia larghe laterali, parallele al pavimento, e poi riabbassarle.
  • Flessioni. Classiche flessioni piegandosi e alzandosi solo sulle braccia, tronco dritto, pancia in dentro.
  • Dip. Per sviluppare i muscoli tricipiti, sedersi sul bordo di una sedia, fare leva sulle braccia, spingersi in avanti, alzandosi e abbassandosi.
  • Military press. In piedi, flettere di poco le gambe chinandosi, prendere un bastone, portarlo dietro la testa. Spingerlo in avanti e portarlo indietro sulle spalle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.